EPILAZIONE MEDICA. L’Epilazione Medica è la TRASFORMAZIONE PERMANENTE di un pelo IPERTRICOTICO o IRSUTO presente nei vari distretti cutanei, in pelo vello (i micro peli corti morbidi e sottili, senza pigmentazione, praticamente invisibili, che tutti noi abbiamo sulla fronte sul naso ecc,). Quindi per Epilazione Medica si intende rallentamento del periodo di crescita del pelo e trasformazione permanente di un pelo rigido, spesso e scuro in pelo piccolissimo, chiaro, morbido e sottile, così tanto miniaturizzato da non essere visibile ad occhio nudo. L’EPILAZIONE MEDICA può essere l’espressione della fase kenogen. Nelle Cliniche Hi Tech può essere eseguita l’Epilazione Medica definitiva.

EPILAZIONE MEDICA PERMANENTE

NEL PIÙ BREVE TEMPO E NELLA MASSIMA SICUREZZA MEDICA

con i più Moderni Sistemi LASER MEDICALI ad Alta Tecnologia (HI-TECH).

La Clinica Hi Tech è una struttura sanitaria specializzata nella DEPILAZIONE MEDICA, il grande successo della laser terapia medica nell’epilazione eseguita presso la Clinica Hi Tech si deve all’utilizzo sinergico di molteplici Laser. ND YAG, DIODO, ALESSANDRITE.

Presso la Clinica Hi Tech vengono sinergicamente utilizzati più Laser con diverse lunghezze d’onda, (una per ogni tipo di pelo e per ogni colore di cute (Fototipo).

Solo così si ottiene la tanto sospirata trasformazione del pelo Ipertricotico o Irsuto in pelo vello.

La Vera Epilazione Medica eseguita nella clinica Hi tech, consiste nell’utilizzo di più apparecchiature (Sistemi Laser/IPL) per ogni paziente. Quindi non più un laser per tutti i pazienti, ma tanti Laser per lo stesso paziente, con un solo obbiettivo Realizzare l’Epilazione Medica Permanente nel più breve tempo possibile. 

Presso la Clinica HI TECH vengono utilizzati: i più Tecnologici Sistemi Laser Medicali in grado di ottenere risultati stabili e definitivi.

EPILAZIONE MEDICA DEFINITIVA  presso la CLINICA HI-TECH di:

Roma, Milano, Napoli, Bologna, Firenze, Trieste, Padova, Perugia, Terni, Siena, Grosseto, Catania, San Marino, Tolentino, Spoleto, Civitanova Marche, Bari, Torino, Genova, Palermo, Venezia, Caserta

Salerno, Benevento, Reggio Calabria, Cosenza, Matera, Modena, Reggio Emilia, Parma, Piacenza, Ravenna, Cesena, Forlì, Udine, Viterbo, Frosinone, Latina, Rieti, La  Spezia, Savona, Imperia, Bergamo

Brescia, Como, Cremona, Lecco, Lodi, Mantova, Pavia, Sondrio, Varese, Pesaro, Urbino, Ancona, Macerata, Fermo, Ascoli Piceno, Foggia, Brindisi, Lecce, Taranto, Alessandria, Cuneo, Novara, Asti,Palermo, Ragusa

Siracusa, Trapani, Messina, Olbia, Sassari, Cagliari, Arezzo, Lucca, Pisa, Prato, Pistoia, Livorno, Massa Carrara, Trento, Bolzano, Aosta, Belluno, Rovigo,  Treviso, Verona,  Vicenza.

EPILAZIONE MEDICA DEL FUTURO

In questo video, della durata di pochi minuti, abbiamo riassunto le principali ragioni per cui già in molti prima di te hanno deciso di affidarsi a noi per l’epilazione definitiva.

EPILAZIONE MEDICA VISO

EPILAZIONE MEDICA CORPO

EPILAZIONE MEDICA PERMANENTE

NEL PIU’ BREVE TEMPO E NELLA MASSIMA SICUREZZA MEDICA

L’EPILAZIONE MEDICA LASER è stata formalmente riconosciuta ed approvata dalla Food and Drug Administration (FDA) nel 1996 ed oggi ha raggiunto un eccellente profilo di efficacia e sicurezza.

L’EPILAZIONE MEDICA LASER viene eseguita dopo accurata Visita Medica ed aver formulato corretta diagnosi relativa all’eccesso di peli; (condizione di IPERTRICOSI O IRSUTISMO).

I PELI

I PELI (biondo, rosso, castano e nero) SONO ESCLUSIVI DELLA CUTE DEI MAMMIFERI.

Possono essere distinti in due categorie: i PELI TERMINALI ed i PELI VELLI.

  • I PELI TERMINALI SONO PIU’ GROSSI, PIU’RIGIDI, PIGMENTATI
  • I PELI VELLI SONO PIU’ CORTI, MORBIDI E SOTTILI, DATA LA MANCATA PIGMENTAZIONE E LA MICRO GRANDEZZA, PRATICAMENTE INVISIBILI. 
I PELI COSTITUISCONO IL COMPLESSO PILOSEBACEO

I peli costituiscono, insieme al follicolo pilifero ed alla ghiandola sebacea, il  complesso pilosebaceo. Non sono disposti verticalmente, ma obliquamente ed emergono dall’epidermide a livello dei solchi epidermici superficiali secondo delle linee, denominate correnti, a decorso spiralato che convergono in un vortice centrale.

I peli sono formati da una parte esterna, il fusto, e una contenuta nel follicolo, la radice. La superficie del pelo è irregolare a causa delle scaglie presenti nella parte esterna. In generale un pelo è un bastoncello di cheratina, di sezione circolare o ellittica, con un diametro tra i 20 e i 500 µm. Il fusto e la radice, molto simili, sono costituiti da una cuticola, una corteccia ed un midollo. Alla radice del pelo, irrorata di vasi sanguigni e a contatto con i nervi, sono sempre presenti altre due strutture, cioè una ghiandola sebacea ed un muscolo erettore del pelo; la prima si trova in comunicazione con il follicolo pilifero e, tramite esso, secerne una sostanza grassa e oleosa, il sebo, che ha la funzione di ammorbidire la pelle. Il secondo invece, molto più piccolo dei normali muscoli scheletrici, è connesso direttamente al pelo e contraendosi è capace di causare il fenomeno dell’orripilazione, comunemente chiamato “pelle d’oca”.

AREE CUTANEE PRIVE DI PELI

La cute dei mammiferi e totalmente coperta da Peli

Le aree cutanee assolutamente prive di peli (glabre) sono molto poche. Le uniche zone realmente glabre del corpo umano sono : i palmi delle mani, le piante dei piedi, le labbra le areole mammarie, il glande, le piccole labbra ed il clitoride.

Non è affatto vero che le donne abbiano meno peli degli uomini. Il numero di follicoli piliferi è infatti grossomodo lo stesso; negli uomini è però maggiore il numero di peli terminali, più appariscenti rispetto ai peli vello più numerosi nelle donne.

FUNZIONE DEI PELI

La funzione più importante dei Peli è quella percettiva.

Queste formazioni epidermiche funzionano infatti come veri e propri meccanismi sensori, in grado di captare stimoli tattili anche molto leggeri. I follicoli piliferi sono circondati da una fitta rete nervosa e funzionano come una specie di leva che amplifica gli stimoli tattili.

I Peli possono avere anche una funzione estetica e di richiamo sessuale. I capelli, per esempio, sono un’arma di seduzione tipicamente femminile, capace di donare un certo fascino anche al volto maschile.

I Peli, specie quelli ascellari, hanno la funzione di diffondere il il sudore, ricco di sostanze deputate al richiamo sessuale, dette feromoni.

I Peli forniscono una qualche protezione contro agenti fisici e chimici.

I Peli delle sopracciglia impediscono che il sudore scenda negli occhi; sono inoltre importanti per la mimica facciale e ci consentono di esprimere molti stati d’animo.

I Peli del Naso e delle Orecchie ostacolano l’entrata dei corpi estranei, mentre i Capelli, se abbondanti, Riparano efficacemente dal Sole e dai Traumi

In epoche preistoriche è verosimile che gli uomini avessero un corredo di peli terminali molto più abbondante di quello attuale, perché questi rappresentano un valido sistema difensivo contro le intemperie.

I Peli, quando sono eretti, trattengono uno strato di aria, che va a formare una specie di cuscinetto isolante, ostacolando la perdita del calore corporeo.

COLORE DEI PELI

Il colore dei Peli e dei Capelli è dovuto alla presenza di melanociti a livello dello dello strato del bulbo pilifero. La colorazione dipende dalla quantità che viene prodotta.

Nei capelli scuri, per esempio, è presente eumelanina in quelli biondi e rossi feomelanina.

Il pigmento è sempre e comunque limitato alla corteccia.

Con l’avanzare dell’età i melanociti diventano sempre meno attivi, fino a cessare completamente la produzione di melanina. Si parla in questo caso di incanutimento (capelli bianchi), una condizione che si rende evidente mediamente dai 40 anni in poi. Sono tuttavia frequenti eccezioni, poiché il suo manifestarsi è programmato geneticamente.

E’possibile che i capelli possano ingrigire in seguito ad un trauma, anche se il fenomeno non insorge rapidamente. Occorre tener presente che i peli terminali sono più sensibili all’incanutimento di quelli del vello.

NUMERO DEI PELI

In entrambi i sessi sono presenti circa 5 milioni di follicoli piliferi

Il numero di capelli, in media, varia da 100 a 150 mila.

CICLO VITALE DEL PELO (FASI DEL PELO)

Il ciclo vitale del pelo può essere schematizzato con la nascita, la crescita e la caduta del pelo. Più in particolare, esistono quattro fasi del ciclo del pelo, dette anagencatagentelogen e kenogen.

Il ciclo vitale comporta anche la ricrescita dopo la caduta del pelo; fenomeno regolato dalle cellule staminali del follicolo.

Fase anagen

L’anagen è la prima fase della crescita del pelo, dura dai 3 ai 7 anni e c’è una crescita continua di circa un centimetro al mese. È una fase appartenente al più generale ciclo del pelo. In questa fase si osserva la formazione di tutte le strutture relative all’annesso pilifero, quali la papilla, il bulbo, la ghiandola sebacea, il muscolo erettore del pelo e il follicolo del pelo stesso. Avviene anche la sintesi di melanina in granuli fusiformi da parte dei melanociti presenti nella parte profonda della matrice del bulbo. Essa si deposita nelle cellule della corteccia del pelo e si muove verso l’alto man mano che esso cresce.

Fase catagen

La fase catagen è la seconda fase del ciclo del pelo. La sua durata varia dalle due alle tre settimane. È la fase di involuzione, in cui il pelo formato si porta via via verso gli strati più superficiali dell’epidermide , allontanandosi dalla papilla pilifera. Il follicolo è in una fase di riposo momentaneo. Si osserva inoltre una variazione della conformazione della papilla, che diminuisce le sue dimensioni.

Fase telogen

La fase telogen, la cui durata varia tra i due e i tre mesi. È il periodo terminale durante il quale il Pelo si trova ancora nel follicolo pilifero ma le attività vitali sono completamente cessate. Questo pelo, pur “morto”, prima di cadere rimane ancora sulla cute per un po’ di tempo ma esercitando una modesta trazione (non dolorosa) cade.

Ha due sottofasi.

Exogen

È la parte finale della fase telogen in cui il pelo perde tutti i sistemi di ancoraggio con il follicolo.

Teloptosi

Corrisponde al distacco del fusto dal follicolo, rappresenta quindi il momento della caduta.

Fase kenogen

È la vera e propria fase di riposo del follicolo. Si manifesta quando tra la caduta del telogen e il suo rimpiazzo da parte di un nuovo anagen, il follicolo rimane vuoto per un certo periodo di tempo. Il kenogen è un fenomeno fisiologico che sembra verificarsi anche fra i bambini, anche se con frequenza e durata inferiori a quello dell’adulto. La fase kenogen può spiegare fenomeni associati all’alopecia areata ma anche alla fotoepilazione permanente

COMPLESSO PILOSEBACEO

COMPLESSO PILOSEBACEO

FASI DEL PELO

DURATA DELLE FASI DEL PELO

VISITA MEDICA

FONDAMENTALE e NECESSARIA una accurata Visita Medica, in ambiente strettamente sanitario: ambulatorio,  poliambulatorio o clinica.

In casi selezionati è indicato effettuare alcuni accertamenti di laboratorio e strumentali, accompagnati  spesso da un confronto clinico con altri medici specialisti complementari, come il Dermatologo, Ginecologo e l’Endocrinologo.

 

ACCURATA VISITA MEDICA

Definisce la corretta diagnosi relativa all’eccesso di peli (IPERTRICOSI O IRSUTISMO).

CONDIZIONI CLINICHE

IPERTRICOSI

Crescita eccessiva di Peli in rapporto all’età al sesso, all’etnia del soggetto. generalizzata o circoscritta ad una determinata area del corpo non conseguente a stimolazione adrenergica, ma a carattere genetico familiare.

IRSUTISMO

Crescita eccessiva di Peli, presentanti i caratteri del pelo Terminale conseguente a stimolazione adrenergica (androgeno-dipendente), topografia tipica del sesso maschile nel sesso femminile.

 

CASO CLINICO: IRSUTISMO

CASO CLINICO: IPERTRICOSI

TERAPIA MEDICA HITECH PER IPERTRICOSI E IRSUTISMO

Dopo aver definito la corretta diagnosi relativa all’eccesso di peli (IPERTRICOSI O IRSUTISMO).

TERAPIA DELL’ IPERTRICOSI

Terapia Medica Hi Tech per IPERTRICOSI (Epilazione con Laser e Hi Tech medicali)

Rimozione delle cause

Trattamento cosmetico (rimozione dei peli in eccesso)

  • Rasatura
  • Estirpazione
  • Depilazione chimica
  • Cera
  • Elettrodepilazione/Diatermocoagulazione
  • Depilazione con Laser Estetici

TERAPIA DELL’ IRSUTISMO

Terapia Medica Hi Tech per IRSUTISMO (Epilazione con Laser e Hi Tech medicali)

Terapia Chirurgica

  • Sindrome di Cushing
  • Neoplasie androgeno-secernenti

Terapia Medica

  • Desametasone, prednisone o betametasone per 6-12 mesi
  • Contraccettivi orali
  • Analoghi delle gonadotropine liberanti ormoni (Gn-HR)
  • Ciproterone acetato
  • Spironolattone
  • Trattamento cosmetico (rimozione dei peli in eccesso)
  • Rasatura
  • Estirpazione
  • Depilazione chimica
  • Cera
  • Elettrodepilazione/Diatermocoagulazione-
  • Depilazione con Laser Estetici

TRATTAMENTO DI LASERTERAPIA PER EPILAZIONE MEDICA

L’EPILAZIONE MEDICA LASER SI ESEGUE SOTTOPONENDO L’AREA CORPOREA DA EPILARE A SEDUTE DI LASERTERAPIA SECONDO LO SCHEMA DELLE TRE FASI SOTTO RIPORTATE.
PRIMA CON LASER NDYAG O DIODO POI SUCCESSIVAMENTE DOPO UNA INIZIALE TRASFORMAZIONE DEL PELO TERMINALE IN PELO VELLO SI CONTINUANO LE SEDUTE DI EPILAZIONE CON LASER AD ALESSANDRITE CHE TRASFORMERA’ DEFINITIVAMENTE IL PELO TERMINALE IN PELO VELLO.

L’EPILAZIONE MEDICA LASER SI ESEGUE SOTTOPONENDO L’AREA CORPOREA DA EPILARE A SEDUTE DI LASERTERAPIA SECONDO LO SCHEMA DELLE TRE FASI SOTTO RIPORTATE.

PRIMA CON LASER NDYAG O DIODO POI SUCCESSIVAMENTE DOPO UNA INIZIALE TRASFORMAZIONE DEL PELO TERMINALE IN PELO VELLO SI CONTINUANO LE SEDUTE DI EPILAZIONE CON LASER AD ALESSANDRITE CHE TRASFORMERA’ DEFINITIVAMENTE IL PELO TERMINALE IN PELO VELLO.


Ossia per ottenere il massimo assorbimento della luce laser da parte del pelo (quindi massimo risultato di fototermolisi e quindi di epilazione) è necessario trattare con più sorgenti laser e diverse lunghezze d’onda la area sottoposta ad epilazione,  in modo tale da  applicare la sorgente laser specifica  per uno specifico colore del pelo.

FASE 1)
Vengono utilizzati laser con lunghezze d’onda di 1064nm ed 810nm (ND YAG) nelle prime sedute di trattamento, quindi con peli neri e grandi,

FASE 2)
Vengono utilizzati laser con lunghezze d’onda di 810nm ed 808nm (DIODO) nelle sedute successive con peli marroni o castani più sottili

FASE 3)
Vengono utilizzati laser con lunghezze d’onda di 755nm (ALESSANDRITE) nelle sedute ultime dove i peli sono ormai piccoli, biondi, corti e molto sottili

Lo standard ottenibile con le odierne tecnologie laser-medicali ad alta potenza, accoppiate con idonei sistemi di raffreddamento, è la progressiva riduzione della crescita dei peli e la trasformazione in peli velli purché questi siano pigmentati (ovvero non bianchi).

PROCEDURA DI LASERTERAPIA MEDICA

L’EPILAZIONE MEDICA VINE ESEGUITA CON PIÙ’ LASER (ND:YAG, DIODO, ALESSANDRITE) PER ELIMINARE TUTTI I PELI NERI, CASTANI, BIONDI.

L’EPILAZIONE MEDICA LASER SI ESEGUE SOTTOPONENDO L’AREA CORPOREA DA EPILARE A SEDUTE LASER PRIMA CON LASER NDYAG O DIODO POI SUCCESSIVAMENTE  DOPO UNA INIZIALE TRASFORMAZIONE DEL PELO TERMINALE IN PELO VELLO SI CONTINUANO LE SEDUTE DI EPILAZIONE CON LASER AD ALESSANDRITE CHE TRASFORMERÀ’ DEFINITIVAMENTE IL PELO TERMINALE IN PELO VELLO.

EPILAZIONE MEDICA DEI PELI IPERTRICOTICI-IRSUTI:
1. Due sedute con diodo 808 distanziate di circa 30-90 giorni a seconda del tempo di anagen.
2. Valutazione in terza seduta, se pelo ancora scuro si esegue sempre diodo 808
3. Dopo la terza seduta si eseguono trattamenti alla ricrescita con laser 755 in motion.

EPILAZIONE MEDICA DEI PELI BIONDI NON VELLO:
1. Tre sedute con laser 755 distanziate di circa 30-90 giorni a seconda del tempo di anagen.
2. Dopo la terza seduta si eseguono trattamenti alla ricrescita con laser 755 in motion.

VIRAGGIO  DEI PELI :
Usando una sola lunghezza d’onda (ad esempio diodo 808nm ECC) i peli irsuti possono virare di colore e diventare sottili. In questi casi possiamo intervenire sulla temporizzazione dell’impulso per colpire il target, ma spesso il pelo risulta resistente o poco recettivo.SI RENDE NECESSARIO IN QUESTI CASI IL TRATTAMENTO DI LASER TERAPIA A PIÙ’ LUNGHEZZE D’ONDA. LASER (NDYAG, DIODO, ALESSANDRITE)

EPILAZIONE MEDICA DEI PELI IPERTRICOTICI-IRSUTI

EPILAZIONE MEDICA DEI PELI BIONDI NON VELLO

EPILAZIONE MEDICA uguale TERAPIA MEDICA

L’Epilazione Medica è stata formalmente riconosciuta ed approvata dalle Società Scientifiche di Endocrinologia nel 2008 alla pari di una TERAPIA MEDICA ed oggi ha raggiungendo massima Efficacia e Sicurezza nelle Cliniche Hi Tech.

PER TUTTI QUESTI MOTIVI NELLE CLINICHE HI TECH SONO PRESENTI LE MIGLIORI TECNOLOGIE LASER

LASER DIODI VECTUS (CYNOSURE-PALOMAR)

Il Laser più Veloce e Potente del mondo. Il Laser che si programma da solo con il sistema Skintel.

Il Laser a Diodi Vectus di Cynosure-Palomar, 810 nanometri di lunghezza d’onda,per foto-epilazione permanente, ha enormi innovazioni rispetto ai sistemi tradizionali di depilazione garantendo:

  • Il nuovissimo LETTORE DI MELANINA Skintel, permette di determinare automaticamente il fototipo del paziente impostando via Wi-Fi i parametri adeguati alla zona da trattare e aumentando sicurezza per il paziente.
  • Minor numero di sedute grazie a una maggiore Potenza fino a 100J/cm2- Elevata efficacia su peli sottili, chiari e poco pigmentati
  • Trattamenti indolore, grazie al brevettato sistema di raffreddamento a contatto. Il diodo laser Vectus è maneggevole, semplice e sicuro nell’utilizzo:  i manipoli sono leggeri, dispongono di raffreddamento incorporato e comandi di avvio.

LASER DIODI SOPRANO ICE (ALMA LASERS)

Il Laser a più lunghezze d’onda. Nd.YAG 1064nm DIODO 808nm, ALESSANDRITE 755nm. Il Laser più sicuro ed efficace su tutti i fototipi scuri o pelli abbronzate Tecnologia IN Motion. Trattamento completamente indolore.

Il laser a diodi Soprano ICE è l’unica soluzione per il trattamento di epilazione sicuro ed efficace.

Tecnologia SHR e IN-Motion per trattare tutti i fototipi in tutte le stagioni dell’anno.

La laserterapia per Epilazione Medica eseguita con Soprano ICE ha enormi vantaggi e innovazioni rispetto ai sistemi tradizionali di depilazione infatti garantisce, di esegure epilazione sicura ed efficace con pelli abbronzate.

Incorporando tutte le lunghezze d’onda (1064nm, 810nm, 755nm), Soprano ICE consente di trattare tutti i pazienti (tutti I fototipi) con tutti I tipi di peli per tutto l’anno, con la tecnologia più veloce al mondo garantendo I migliori risultati clinici, offrendo un trattamento completamente indolore.

LASER DIODI SOPRANO ICE (ALMA LASERS)

Il Laser a più lunghezze d’onda. Nd.YAG 1064nm DIODO 808nm, ALESSANDRITE 755nm. Il Laser più sicuro ed efficace su tutti i fototipi scuri o pelli abbronzate Tecnologia IN Motion. Trattamento completamente indolore.

LASER DIODI SOPRANO ICE (ALMA LASERS)

Il Laser a più lunghezze d’onda. DIODO 808nm, Il Laser più sicuro ed efficace su tutti i fototipi scuri o pelli abbronzate Tecnologia IN Motion. Trattamento completamente indolore.

LASER DIODI SOPRANO ICE (ALMA LASERS)

Il Laser a più lunghezze d’onda. Nd.YAG 1064nm. Il Laser più sicuro ed efficace su tutti i fototipi scuri o pelli abbronzate Tecnologia IN Motion. Trattamento completamente indolore.

LASER DIODI SOPRANO ICE (ALMA LASERS)

Il Laser a più lunghezze d’onda. ALESSANDRITE 755nm. Il Laser più sicuro ed efficace su tutti i fototipi scuri o pelli abbronzate Tecnologia IN Motion. Trattamento completamente indolore.

LASER ND:YAG/ALESSANDRITE GENTLEMAX PRO (SYNERON-CANDELA)

Il Laser a più lunghezze d’onda. Nd.YAG 1064nm, ALESSANDRITE 755nm. Unico nel suo genere. Il Laser più sicuro ed efficace su tutti i fototipi scuri o pelli abbronzate. Laser particolarmente efficace su Peli biondi, sottili, chiari e poco pigmentati.

Il LaserGentle Max Pro, laser a più lunghezze d’onda, Nd.YAG 1064nm, ALESSANDRITE 755nm.
Unica soluzione per il trattamento di epilazione MEDICA, sicuro ed efficace per foto-epilazione permanente.
La Gamma di spot da 20,22 e 24mm fa di Gentle Max Pro la piattaforma a doppia lunghezza d’onda più veloce del mercato.

LaserGentle Max Pro ha enormi innovazioni rispetto ai sistemi tradizionali di depilazione garantendo: Minor numero di sedute grazie a una maggiore Potenza fino a 80J/cm2 

Il manipolo ALESSANDRITE 755nm garantisce elevatissima efficacia su peli sottili, chiari e poco pigmentati.

Aumentata sicurezza per il paziente.

LASER DIODI LIGHT – SHERE (LUMENIS)

Il Laser Globalmente Riconosciuto come tecnologia Gold Standard per l’epilazione medica.

LightSheer è clinicamente documentato di efficacia dimostrata.
Il sistema tratta in modo sicuro tutti i tipi di pelle Fitzpatrick (I-VI).
Il laser a diodi Light-schere Lumenis, 800 nanometri di lunghezza d’onda,per foto-epilazione permanente, garantendo:
Minor numero di sedute grazie a una slevata Potenza fino a 60J/cm2 e controllo di uscita unico consentono il trattamento di tutti i i tipi di peli.

Con migliaia di unità operative, LightSheer è diventato il sistema di fotoepilazione più popolare al mondo e la soluzione migliore per l’epilazione medica.

PERCHÉ’ ESEGUIRE L’EPILAZIONE MEDICA E NON L’EPILAZIONE ESTETICA

CENTRI ESTETICI

CENTRI ESTETICI

COSA POSSONO FARE I CENTRI ESTETICI
NEI CENTRI ESTETICI, oltre alle metodiche meccaniche e chimiche (rasoio, ceretta, ecc.)
SI PUÒ’ UTILIZZARE SOLO LASER DEPOTENZIATI (Con Meno Potenza, Depotenziati)
per la depilazione.

NEI CENTRI ESTETICI NON SI PUO’ UTILIZZARE LASER AD ALESSANDRITE CON LUNGHEZZA D’ONDA 755. IL LASER PIÙ’ IMPORTANTE PER EPILAZIONE MEDICA.

COSA POSSONO FARE I CENTRI ESTETICI

NEI CENTRI ESTETICI, oltre alle metodiche meccaniche e chimiche (rasoio, ceretta, ecc.)
SI PUÒ’ UTILIZZARE SOLO LASER DEPOTENZIATI (Con Meno Potenza, Depotenziati)
per la depilazione.

NEI CENTRI ESTETICI NON SI PUO’ UTILIZZARE LASER AD ALESSANDRITE CON LUNGHEZZA D’ONDA 755. IL LASER PIÙ’ IMPORTANTE PER EPILAZIONE MEDICA.

Normativa vigente per utilizzo dei LASER nei CENTRI ESTETICI per la DEPILAZIONE
DECRETO MINISTERIALE 2015

Legge n. 1 del 04.01.1990: spot del laser maggiore o uguale a 10 mm, densita’ di energia non maggiore di 40 J/cm2, durata di impulso laser massima di T=300 millisecondi, lunghezza d’onda compresa fra 800 e 1200 nanometri.

Questa prima legge viene aggiornata con il Decreto  del 15 Ottobre del 2015  nei centri estetici professionali, possono essere usati laser che abbiano una lunghezza d’onda compresa tra gli 800 ed i 1200 nm e luci pulsate che abbiano una lunghezza d’onda compresa tra i 600 ed i 1200 nm. E’ quindi possibile utilizzare nei centri estetici laser al diodo, laser ND yag e luci pulsate.

A conti fatti dunque un ciclo di epilazione medica è sicuramente più sicura e più conveniente.

Ma il definitivo vantaggio di una epilazione medica è che il paziente verrà anzitutto visitato da un medico presso la struttura sanitaria Clinica Hi Tech.
Il Medico prima di procedere ad una epilazione, così come prima di eseguire qualsiasi atto medico, valuterà gli inestetismi nei vari distretti cutanei delle unita’ pilari  (IPERTRICOSI ED IRSUTISMO), lo stato delle vene, le discromie, le iperpigmentazioni o ipopigmentazioni, la presenza di cellulite, di adiposità localizzate e tutte quelle situazioni che possono essere potenzialmente patologiche e pericolose per la paziente. Il medico inoltre potrà dare un consiglio cosmeceutico e potrà suggerire i farmaci più adatti per gestire eventuali situazioni infiammatorie locali (follicoliti, acne etc).

PER LEGGERE TUTTO IL DECRETO CLICCA QUI:

Normativa vigente per utilizzo dei LASER nei CENTRI ESTETICI per la DEPILAZIONE
DECRETO MINISTERIALE 2015

PER LEGGERE TUTTO IL DECRETO CLICCA QUI:

TUTTI I LASER UTILIZZATI NEI CENTRI ESTETICI SONO DEPOTENZIATI OSSIA HANNO UNA LIMITAZIONE NELLE POTENZE UTILIZZABILI , CHE IMPONE AI CENTRI ESTETICI DI NON SUPERARE UN CERTO NUMERO DI JOULE.

RIMANE ESCLUSO DA QUESTA LISTA IL LASER CARDINE DELL’EPILAZIONE DEFINITIVA, IL LASER AD ALESSANDRITE CHE E’ VIETATO UTILIZZARE NEI CENTRI ESTETICI.

QUINDI I LASER UTILIZZATI NEI CENTRI ESTETICI, SI TRATTA DI APPARECCHIATURE LASER CHE NON COLPISCONO CON PARTICOLARE ENERGIA I PELI BIONDI. DEPOTENZIATE, OSSIA NON IN GRADO DI GARANTIRE UNA EPILAZIONE DEFINITIVA NEL CASI DI IRSUTISMO NELLE FORME IMPORTANTI DI OVAIO POLICISTICO ECC.

Sono necessarie quindi nel centro estetico, infinite sedute di mantenimento.

L’EPILAZIONE MEDICA

LE APPARECCHIATURE O SISTEMI LASER CON CE MEDICALE NON SOFFRONO QUESTI LIMITI, POSSONO ESSERE IMPIEGATE SOLO DA MEDICI E PARLIAMO DUNQUE DI EPILAZIONE MEDICA O MEDICALE.

L’EPILAZIONE MEDICA è molto più efficace su tutti i peli ma in particolare sui peli biondi che, per essere trattati richiedono o fluenze più elevate, con grandi rischi di Ustioni, non raggiungibili con apparecchiature depotenziate, o sistemi Laser con specifiche lunghezze d’onda 755 Alessandrite, vietati nei centri estetici.

A conti fatti dunque un ciclo di epilazione medica è sicuramente più sicura e più conveniente.

Ma il definitivo vantaggio di una epilazione medica è che il paziente verrà anzitutto visitato da un medico presso la struttura sanitaria Clinica Hi Tech.
Il Medico prima di procedere ad una epilazione, così come prima di eseguire qualsiasi atto medico, valuterà gli inestetismi nei vari distretti cutanei delle unita’ pilari  (IPERTRICOSI ED IRSUTISMO), lo stato delle vene, le discromie, le iperpigmentazioni o ipopigmentazioni, la presenza di cellulite, di adiposità localizzate e tutte quelle situazioni che possono essere potenzialmente patologiche e pericolose per la paziente. Il medico inoltre potrà dare un consiglio cosmeceutico e potrà suggerire i farmaci più adatti per gestire eventuali situazioni infiammatorie locali (follicoliti, acne etc). 

LA RICHIESTA SEMPRE PIU’ PRESSANTE DI EPILAZIONE PER IPERTRICOSI OD IRSUTISMO PER PROBLEMI INFETTIVI (FOLLICOLITE) O IN PAZIENTI CON FOTOTIPI ALTI O CON PELLI ABBRONZATE, MANIFESTANO I LIMITI DEI LASER DEPOTENZIATI PER DEPILAZIONE (COMPLICANZE)

COMPLICANZE GIUNTE PRESSO LA CLINICA LASER DI PERUGIA ACCORSE PRESSO CENTRI ESTETICI

COMPLICANZE da Luce Pulsata

COMPLICANZE da Luce Pulsata

COMPLICANZE su pelle abbronzata

COMPLICANZE da Luce Pulsata

EPILAZIONE MEDICA

IL MEDICO ESEGUIRA’ NELLA SUA STRUTTURA MEDICA SPECIALIZZATA (CLINICA HI TECH) UN VERO E PROPRIO ATTO MEDICO, NON UNA SEMPLICE DEPILAZIONE

Perché è un esperto professionista medico a gestire la procedura,

Perché la macchina utilizzata è Un Laser Medicale molto più performante, Veloce, Sicuro ed Efficace nelle innumerevoli situazioni difficili, perché con la procedura medica il paziente beneficerà di una valutazione globale medico-estetica.

L’ultima considerazione, dettata dal buon senso, riguarda la sicurezza e l’igiene che un ambiente medico autorizzato e soggetto a controlli periodici offre sempre ai suoi pazienti. Su questo non occorre spendere molte parole.

Il numero medio di sedute necessarie per ottenere una riduzione significativa e numericamente soddisfacente della crescita dei peli in eccesso in una data area anatomica è MOLTO VARIABILE, DA SOGGETTO A SOGGETTO PER LE  INNUMEREVOLI SITUAZIONI CLINICHE.
Le prime tre sedute saranno distanziate un mese una dall’altra e sono necessarie per mettere in fase i peli ( portare tutti i peli trattati alla stessa fase di crescita) le successive sedute saranno eseguite alla ricrescita del pelo e variabile da soggetto a soggetto. distanziate mediamente almeno tra 1 mese e mezzo e 3-4 mesi, in relazione alla sede anatomica e alla velocità di crescita.

I RISULTATI ATTESI INCLUDONO LA RIDUZIONE DEL NUMERO ASSOLUTO DI PELI, LA LORO MINIATURIZZAZIONE IN PELI SOTTILISSIMI IPOCROMICI POCO O NON VISIBILI, CON UN SIGNIFICATIVO RALLENTAMENTO DELLA CRESCITA.
L’EPILAZIONE MEDICA può essere l’espressione della Fase kenogen.

L’evidenza scientifica ha portato a rivisitare recentemente il concetto di fotoepilazione laser:

  • epilazione temporanea” è definita come un ritardo nella crescita dei peli, usualmente fra 1 e 3 mesi;
  • epilazione permanente” si riferisce invece alla riduzione significativa del numero dei peli terminali dopo trattamento laser che risulti stabile per un periodo di tempo più lungo rispetto alla durata dell’intero ciclo di crescita del pelo: questa però risulta variabile nelle varie sedi corporee e spesso variabile anche nello spazio di pochi centimetri a causa di una distribuzione fisiologicamente (in alcuni casi patologicamente) differenziata della sensibilità agli ormoni maschili. Di norma si attende una riduzione permanente della crescita del 10-30% per seduta (mediamente 20%). Recentemente è stato considerato inoltre corretto aggiungere un ulteriore periodo di osservazione di almeno 6 mesi, ovvero il tempo normalmente richiesto ai follicoli trattati efficacemente per riprendersi e iniziare un nuovo ciclo di crescita.

Bisogna poi distinguere tra epilazione permanente e epilazione-completa“fotoepilazione completa” si riferisce alla assenza di peli in ricrescita (ovvero alla riduzione del numero dei peli in ricrescita prossima allo zero): l’epilazione completa può chiaramente essere a sua volta “temporanea” o “permanente”.

Deve essere chiarito che, in base alla analisi degli studi disponibiili, non vi sono ad oggi evidenze sufficienti per stabilire che la fotoepilazione laser sia un sistema per ottenere indefinitamente la mancata ricrescita dei peli nelle aree trattate, ma è esperienza comune che i risultati in aree anatomiche sollecitate normalmente dall’attività ormonale, i risultati di lungo termine sono estremamente stabili, ed è non infrequente dilatare moltissimo gli spazi tra le sedute di mantenimento, anche di parecchi mesi. E’ infatti normalmente previsto un periodico perfezionamento e mantenimento dei risultati ottenuti, con sedute distanziate in base a valutazioni oggettive (risultati ancora effettivamente insufficienti a giudizio del medico, coesistenza di variabili patologiche – es. coesistenza di una affezione su base ormonale ch contrasta il risultato) e a variabili anche soggettive (percentuale di soddisfazione del paziente).

IN SINTESI L’INSIEME DELLE TECNOLOGIE LASER PER EPILAZIONE MEDICA AD ALTA POTENZA (1064nm-810nm-755nm) ASSICURANO TUTTI I RISULTATI:

  • riduzione progressiva del numero di peli (riduzione numerica)
  • ricrescita più lenta (dilatazione del ciclo di crescita)
  • peli più sottili (miniaturizzazione)
  • colore più chiaro

Le aspettative di ogni paziente che richiede questo tipo di trattamento medico devono essere pertanto calibrate su questi concetti: c’è chi vuole la eliminazione dei peli in aree limitate chi in aree estese, chi richiede la riduzione temporanea della ricrescita, chi la riduzione permanente.

Ottenere una RICRESCITA RITARDATA è relativamente facile anche con sistemi a bassa potenza, rispetto ad ottenere una EPILAZIONE PERMANENTE, che necessita di una batteria di tecnologie laser per epilazione medicale ad alta potenza (1064nm-810nm-755nm) e che può richiedere più sedute, nonchè di perfezionare il trattamento in alcuni punti negli anni, ma permette risultati efficaci quantitativamente e qualitativamete in un numero di sedute relativamente contenuto.

Gi studi basati sulla conta dei peli in aree di riferimento indicano normalmente una riduzione significativa del 10-30% della ricrescita dei peli per area trattata per ciascun trattamento eseguito, indicando la necessità di trattamenti multipli per ottenere un risultato significativo (epilazione permanente). La scelta della tecnologia laser per epilazione medicale ad alta potenza (1064nm-810nm-755nm) e dei parametri di impiego dipende principalmente dal colore della carnagione e dal colore dei peli ed è di pertinenza del medico, che deve saper adattare la o le tecnologie specifiche per il tipo specifico di pelo.

Oggi è possibile trattare con sicurezza pelli scure e pelli abbronzate, solo con specifiche  Alte Tecnologiee Medicali ( LASER SOPRANO -Alma. LASER VECTUS – Palomar) l’esposizione solare dovrebbe essere evitata dopo la procedura di fotoepilazione.

Il numero di sedute necessarie per ottenere una epilazione permanente in una determinata area anatomica in un singolo paziente non è ad oggi determinabile con certezza a priori: in alcuni casi è sufficiente un singolo trattamento laser, mentre la maggioranza dei pazienti può ottenere una epilazione permanente (80-89%) in 5-7 sedute, talora di più. Spesso i peli terminali, cioè grossi e maggiormente visibili, vengono sostituiti da peli sottili (intermedi e velli), poco o non visibili: si ha pertanto una percezione migliore del risultato, che è legata non solo alla riduzione del numero assoluto dei peli, ma anche alla riduzione del diametro del fusto e del colore. A risultato soggettivamente ed oggettivamente sufficiente, è prospettabile un mantenimento e perfezionamento dei risultati, di norma con 1-2 sedute all’anno o tempi più lunghi, non essendo possibile ad oggi garantire la assenza totale e perenne di ricrescita nelle aree trattate. L’evidenza attualmente disponibile indica che la sospensione completa del trattamento può infatti portare nel tempo a una graduale ricrescita, in alcune aree anatomiche particolarmente sollecitate dagli ormoni, magari non completa ma rilevante. In caso di resistenza al trattamento, ovvero di evidenza di una percentuale di miniaturizzazione insufficiente, o peggio di un aggravamento nel tempo, può rendersi necessario eseguire alcuni accertamenti e, talora finalizzate ad abbinare terapie di supporto: in questi casi di solito coesistono o si evolvono disfunzioni a carattere ormonale.

LA FOTOEPILAZIONE LASER E’ CONTROINDICATA QUANDO;

  • i peli sono molto più chiari della pelle circostante (peli bianchi, in particolare);
  • l’assunzione di alcuni farmaci ed integratori può interferire con la radiazione luminosa.
  • Prudenzialmente la procedura laser è da evitare in gravidanza.

 

L’EPILAZIONE MEDICA LASER  è in grado di ottenere eccellenti risultati nella pseudofollicolite da inclusione pilare ( cosi detti. “peli incarniti”, in aree quali il collo la guancia e la nuca nel maschio, l’area inguinogenitale nelle femmine ).

Vi sono inoltre evidenze della utilità della fotoepilazione laser ad alta potenza nel trattamento della idrosadenite suppurativa. Le complicazioni sono limitate e rare se i trattamenti sono eseguiti negli ambienti idonei e nelle condizioni di sicurezza richieste in ogni procedura laser medicale: gli effetti indesiderati più comuni sono alterazioni temporanee della pigmentazione.

DALLA DEPILAZIONE ESTETICA ALL’EPILAZIONE MEDICA

Efficacia dell’EPILAZIONE MEDICA con Laser Alta Potenza ND YAG, DIODO e ALESSANDRITE

EPILAZIONE MEDICA – PRE

EPILAZIONE MEDICA – POST

DOMANDE FREQUENTI

COSA E’ L’EPILAZIONE MEDICA?

L’epilazione è un trattamento medico, eseguito con sistemi laser medicali ad alta potenza che aggredisce il bulbo pilifero e ne impedisce l’attività  con conseguente blocco della crescita del pelo. A differenza della depilazione che è un trattamento indirizzato solo all’eliminazione dei peli e che quindi ne permette la ricrescita nel tempo, l’epilazione è pressoché definitiva.

QUALE E’ LA DIFFERENZA TRA LASER E LUCE PULSATA NELL’EPILAZIONE MEDICA?

I trattamenti di EPILAZIONE MEDICA vengono effettuati principalmente con i laser.

La differenza tra i due è la seguente: il laser è una luce monocromatica, coerente e collimata, (ha una sola lunghezza d’onda e, quindi, un solo  colore) ed è più selettiva rispetto alla luce pulsata che, invece,  raccoglie in se un quantitativo molto più vasto di lunghezze d’onda. Ovviamente la tecnologia per la luce pulsata ne permette l’utilizzo ad un prezzo più competitivo. La luce pulsata  ha una finestra terapeutica particolarmente stretta, ossia al di sotto di una certa energia soglia non è efficace, al di sopra facilmente va in sopradosaggio e può dare effetti collaterali quali ustioni cutanee.

IL TRATTAMENTO È DOLOROSO?

Dipende dalla soglia del dolore di ogni paziente. Il trattamento di Epilazione Medica  è applicabile senza anestesia nella quasi totalità dei casi. La maggior parte dei pazienti sostiene che il trattamento di Epilazione Medica  eseguito con laser medicali di ultima generazione è praticamente indolore.

QUANTO DURA UN TRATTAMENTO?

Dipende dalla zona trattata, mediamente tra i 10 e 60 minuti. È possibile riprendere le normali attività subito dopo aver terminato il trattamento e non si devono seguire indicazioni particolari. La pelle può potrà essere leggermente arrossata, ma qualsiasi effetto secondario scomparirà nelle prime ore o entro un giorno.

EPILAZIONE LASER AD ALESSANDRITE: È UN TRATTAMENTO DI EPILAZIONE MEDICA?

L’epilazione laser ad alessandrite, è di esclusiva pertinenza medica, tali apparecchiature laser sono infatti di classe 4, possono quindi essere utilizzate soltanto da medici all’interno di strutture ambulatoriali sicure.

Il medico prima di procedere al trattamento dovrà effettuare una breve anamnesi e stabilire, in base al fototipo, la tipologia e densità del pelo, le impostazioni dell’apparecchiatura per effettuare il trattamento in assoluta sicurezza e per produrre il miglior risultato.

l laser ad alessandrite è dotato di un manipolo direzionale, funziona in modalità pulsata ed è necessario che la durata e l’intensità degli impulsi sia variabile, così da poter essere adattata alla tipologia di peli da trattare.

COME SI SCEGLIE IL LASER IDEALE?

La valutazione della densità del pelo e del suo colore orienterà il medico ad una scelta specifica. Dobbiamo prendere in considerazione che il pelo origina dal bulbo pilifero, un piccolo organismo che lo genera, lo fa crescere, e ne interrompe la crescita secondo la dislocazione corporea avvicendando quindi, una caduta di un pelo ’’vecchio’’ alla crescita di un pelo ‘’nuovo’’. Ecco che allora, il pelo sensibile alla luce del laser dovrà essere intimamente attaccato al bulbo pilifero e in una fase di crescita attiva. Questo perché il raggio laser intercetta il colore del pelo (cromoforo), lo percorre come se fosse una guida e arriva al bulbo pilifero con tutta la potenza erogata secondo la programmazione effettuata dal medico. Se il pelo è nella fase di riposo (catagen) o nella fase di distacco del pelo (telogen), il raggio laser non potrà giungere al bulbo pilifero, quindi sarà completamente inattivo. Abbiamo solo a disposizione la fase anagen, quindi la fase in cui il pelo è attaccato al bulbo ed è in crescita dove il raggio laser o della luce pulsata potrà raggiungere l’obiettivo e ”scioccare” il bulbo fino a non permettere più la sua attività.

Il medico dovrà anche tenere conto nella sua valutazione se ci sia una presenza normale di pelo sulle varie aree del corpo oppure un’abbondante distribuzione del pelo (ipertricosi) o addirittura se possa esserci uno stato patologico come quello dell’irsutismo (smodata quantità di peli in una determinata area). Queste condizioni possono essere collegate ad un disturbo ormonale che deve essere valutato prima di qualsiasi trattamento attraverso esami appropriati.

La tecnologia laser migliore  dovrà tenere conto della tipologia del colore della pelle secondo la scala dei fototipi. I fototipi più scuri dovranno fare particolare attenzione al trattamento, in quanto il pigmento presente in diversa quantità sulla loro pelle è molto simile a quella del pigmento del pelo, pertanto il medico dovrà stabilire quali potenze e lunghezze d’onda poter utilizzare per evitare di intaccare il pigmento della pelle e lasciare delle ustioni. Ad esempio, il pelo biondo o bianco non è attaccabile dal laser mentre, in caso di fototipi più scuri occorre prestare le dovute attenzioni in quanto la pelle contiene melanina in misure rilevanti che, quindi, potrebbe essere intaccata.

QUANTE SEDUTE DI EPILAZIONE MEDICA SONO NECESSARIE?

Le prime tre sedute vengono eseguite una al mese, questo per mettere in fase i peli (farli trovare tuttialla stessa fase di crescita. L’efficacia di ogni seduta è relativa ad un 20% circa dei peli, in quanto nella fase utile (anagen) questo è il numero specifico da calcolare. Le sedute dovranno, pertanto, essere tra le 5-8 distanziate un mese l’una dall’altra.

QUALI INDICAZIONI SI POSSONO DARE NEL PRE - POST TRATTAMENTO?

Prima del trattamento è necessario non sottoporsi a lampade abbronzanti o docce solari, non schiarire i peli e non utilizzare cerette o pinzette perché altrimenti non sarebbe garantita la continuità sino al bulbo pilifero. Si possono, invece, utilizzare rasoi o creme depilatorie in quanto non vanno ad intaccare il pelo nella sua profondità.

Occorre fare molta attenzione dopo il trattamento con piccole accortezze di tipo pratico.  Innanzitutto sarà fondamentale utilizzare una crema idrante che verrà consigliata dal medico a seconda del tipo di pelle. L’apposizione di questa dovrà  essere particolarmente frequente nei primi giorni successivi al trattamento. Delle zone trattate dovrà essere assolutamente vietata l’esposizione ai raggi solari, alle lampade abbronzanti, nonché a sauna e bagno turco.  Ecco perché le migliori stagioni in cui effettuare il trattamento sono autunno inoltrato, inverno e inizio primavera.

CASI CLINICI: LA NOSTRA ESPERIENZA

EPILAZIONE MEDICA – PRE

EPILAZIONE MEDICA – POST

EPILAZIONE MEDICA – PRE

EPILAZIONE MEDICA – POST

EPILAZIONE MEDICA – PRE

EPILAZIONE MEDICA – POST

EPILAZIONE MEDICA – PRE

EPILAZIONE MEDICA – POST

EPILAZIONE MEDICA – PRE

EPILAZIONE MEDICA – POST

EPILAZIONE MEDICA – PRE

EPILAZIONE MEDICA – POST

EPILAZIONE MEDICA – PRE

EPILAZIONE MEDICA – POST

© Copyright - Epilazione Medica